IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

ASCOLTACI!

LICENZA SIAE 202200000075 | LICENZA SCF 937/14 | C.F. 97703440152

© 2008-2022 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

La giovinezza è sopravvalutata
- tutte le età vanno vissute!
   29 Giu 2022   |     Redazione   |     Arianna Mosconi   |     permalink   |      commenti
"La giovinezza è sopravvalutata" in primo luogo perché quando si tratta di divertirsi e prendere il mondo con ironia non c’è età che faccia la differenza; e come non crederci difronte ad un Paolo Hendel che cavalca il palco del Teatro Franco Parenti con un’energia invidiabile da ogni età. In una scenografia su vari livelli vediamo un Paolo che con molta scioltezza ci parla come se quella con il pubblico fosse una cena tra amici, saltando tra un panchetto e l’altro.

Insieme a lui sul palco il coautore Marco Vicari, che come voce fuori campo scandisce lo spettacolo in vari capitoli, ognuno dei quali ci apre una piccola finestra su quegli eventi della vita che ci costringono a mettere un punto sulla nostra linea del tempo.

Cominciamo dalla visita geriatrica della mamma ultranovantenne per cui veniamo confusi come paziente designato, per arrivare agli innumerevoli check-up medici che più che preventivi dei mali futuri ci ricordano solo tutto il tempo che è passato. Grazie all’estrema sincerità e trasparenza con cui Paolo ci racconta di questi eventi di tutti i giorni, infatti, ci sentiamo coinvolti in prima persona nella storia che è di tutti. Quella cioè di realizzare che per quanto “la detestata soglia di vecchiezza” sembri sempre lontana, alla fine ci tocca varcarla.

Sicuramente uno spazio speciale nella vita dei “grandi” di oggi lo occupa il mondo di internet, e l’imparare ad interfacciarsi ad una realtà nuova con un modo di comunicare tutto suo. Forse per questo è uno spettacolo che può essere meglio goduto da un pubblico che allo stesso modo del protagonista, si ritrova in una selva oscura fatta di leoni da tastiera, l’inglese e le teorie del complotto, che si esprime tutta a suon di commenti e recensioni. Forse con questo spettacolo si vuole creare un ponte con il tormentone moderno della stand-up comedy, ma con temi e tempi più accettabili per un pubblico che non è cresciuto a pane e Meme.

La giovinezza è sopravvalutata se vista solo in termini temporali. In realtà quella che conta è la giovinezza di spirito, che si tiene viva grazie alla curiosità, alla voglia di imparare cose nuove per poter rimanere al passo con i tempi, e al piacere di mettersi in dubbio con ironia e sincerità.
comicita, eta , giovinezza, teatro