IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

ASCOLTACI!

LICENZA SIAE 202200000075 | LICENZA SCF 937/14 | C.F. 97703440152

© 2008-2022 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

Montagne Russe
una commedia dal sapore francese
   07 Mag 2022   |     Redazione   |     Arianna Mosconi   |     permalink   |      commenti
Per questo maggio dal “sapore di teatro”, l’alternarsi degli spettacoli saranno delle vere e proprie “montagne russe”, proprio come il titolo dell’ultimo spettacolo di prosa portato al Teatro Manzoni, in scena fino al 15 maggio.

Montagne Russe” è un testo francese di Eric Assous - e che sia francese lo si intuisce molto. Il titolo è richiamo in tutto lo spettacolo, non perchè si svolga in un parco divertimenti, ma perchè la vicende è un continuo cambio di scena, salite e discesa. Sul palcoscenico abbiamo come sfondo il salotto di una casa, ben arredato e curato, in cui si svolge il diagolo tra i due personaggi: lui, maturo, affascinante ed elegante, con moglie e figlio fuori città, invita lei,più giovane, di bell’aspetto e consapevole di piacere, a casa sua, sprando che la vicenda posso finire in una notte di passione.
Ogni volta però che sembra che i due stiano effettivamente per finire a letto insieme, lei stravolge la scena, cambia personaggio e tutta la scena. Passa infatti da essere una tranquilla, integra e sani principi, poi si trasforma in una prostituta, e appena lui sembra cedere alla tentazione, ecco che si presenta come una giornalista che scrive di uomini sposati, e così via… .

La conclusione della vicenda vedrà poi la conclusione di tutte queste personalità, in cui finalmete verrà svelata chi è davvero la donna misteriosa. In fin dei conti l’opera si può considerare come una commedia con ampi tratti di ironia, serietà, e momenti di vero dramma teatrale, ma con un pò di mistero giallo, che mette in evidenza la sua impronta stilstica francese, simulando metaforcamente delle vere e proprie montagna russe.

I due protagonisti, che seguono la regia di Marco Rampoldi e la scena di Andrea Bianchi, sono interpretati da una nuova coppia - decisamente promettente - formata da Corrado Tedeschi e Martina Colombari. Se Tedeschi è un grande veterano della scena teatrale, per la Colombari invece era la prima volta in assoluto su un palco. Lo stesso regista afferma che “è stato fondamentale avere un attore che ha una empatia forte con la sala come Corrado e una debuttante sorprendente come Martina”. Nonostante quindi non siano molto rodati, i due se la intendono perfettamente, creando una perfetta armonia - e ironia - sul palco.

Indubbiamente la storia raccontata crea tantissima suspance, e la soluzione con cui il tutto si conclude è tutt’altra che scontata, ma l’interpretazione dei due attori rende lo spettacolo vivo e soprattuto mantiene costantemente viva l’attenzione dell pubblico, che smania per sapere se alla fine lui conquisterà la giovane donna.

Se volete scoprire chi è davvero la protagonista che Martina interpreta, oppure se Corrado riuscirà a conquistarla, dovete recarvi al Teatro Manzoni prima del 15 maggio, e scoprire come andrà a finire!

Qui troverete tutte le informazioni necessarie: https://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/spettacoli/montagne-russe

Ci vediamo a Teatro!
commedia, francese, suspance, teatro, tradimenti