IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2008-2021 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

I Maneskin all'Eurovision sono una boccata d'aria
Un po' di domande ai Maneskin dalla conferenza stampa del 15 maggio
   18 Mag 2021   |     Redazione   |     Luciano Oliva   |     permalink   |      commenti
Siamo a Rotterdam per l’Eurovision Song Contest e giusto poco fa c’è stata la conferenza stampa dei MANESKIN in seguito alle loro prove con il brano “Zitti E Buoni” ed è stato qualcosa di troppo emozionante. Abbiamo seguito tutto l’incontro ed abbiamo collezionato i loro commenti a caldo, anzi, a caldissimo!

I Måneskin sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 e composto da Damiano David (voce), Victoria De Angelis (basso), Thomas Raggi (chitarra) e Ethan Torchio (batteria). Wikipedia li presenta così, ma li abbiamo già conosci aiuti come i vincitori del Festival di Sanremo 2021.

Le prove hanno anticipato una grande energia e potenza: hanno portato ciò di cui avevamo bisogno tutti dopo due anni che siamo fermi. Una grandissima boccata d’aria, anche a detta di Simona Martorelli - Italian Head of Delegation RAI - e Eva Maria Esposto Ultimo - International Relations Rai- : “Dopo il primo ascolto siamo rimaste interdette: non è un brano che tradizionalmente possiamo trovare a Sanremo, ma è stato carinissimo e super accattivante.”

Samya Hafsaoui ha condotto la conferenza ed ha raccolto le domande poste sia dai giornalisti collegati da remoto, sia da parte di chi era con noi nella sala e siamo lieti di presentarvene alcune:


-POLONIA: Cosa ne pensante degli altri concorrenti? Soprattutto di quelli polacchi.

Come artisti riusciamo tutti a supportarci a vicenda: Essere qui all’Eurovision ci permette di essere tutti uniti e di portare le varie sfaccettature che la musica nazionale ed internazionale può avere. In particolare la band polacca permette di mostrare un’altra faccia del rock, e tutto questo “è cool”.

Siete la canzone vincitrice di Sanremo: è un brano scritto apposta per l’Eurovision?

E’ stato qualcosa di inusuale, atipico: è successo tutto molto velocemente e siamo riusciti a a vincere. Il nostro intento è comunque sempre quello di portare musica e condividerla con quante più persone possibili.


-DANIMARCA: Il vostro senso estetico è brillante. Potete parlarcene un po’?

Per noi il senso del fashion è molto importante a livello di espressione personale, la cosiddetta self expression. E’ un messaggio di libertà privo di alcuna regola e restrizione imposte.


-FRANCIA: Qual è la differenza tra Sanremo e l’Eurovision?

Indubbiamente il dover parlare inglese (anche se possiamo dire che lo sanno parlare senza problemi) nelle interviste e con gli altri. Per il resto ci troviamo amici e colleghi con i quali possiamo interagire. Siamo carichissimi.


-GERMANIA: Avete in mente qualcosa per il futuro? Quali sono i vostri piani?

A settembre inizieremo un tour per tutta Italia, sperando di riuscire anche a girare l’Europa.


-SAMYA: E’ bellissimo avere una band come la vostra: Come avete trovato ognuno il vostro strumento?

Victoria e Thomas erano in una band insieme. Al contempo Victoria era anche in una band con Damiano. Hanno deciso di poi di mettersi tutti insieme e di cercare un batterista su Facebook: ecco trovato Ethan!


Non vediamo l’ora di poter continuare a viverci intensamente questa settimana, tra preparativi, emozioni, prove, giornalisti, case, libri, auto, viaggi e fogli di giornale.

pic: COURTESY OF N PO/ NOS/AVROTROS AND EBU
eurovision song contest, maneskin