IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2008-2020 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

Sanremo giorno 3: Il Cantico delle cover
Lo spettacolo lascia finalmente spazio alla gara
   07 Feb 2020   |     Redazione   |     Alessandra Stefanini   |     permalink   |      commenti
La serata dei duetti è sempre molto attesa, ma se ci aggiungi anche le cover e la storia di questi 70 anni di Festival, allora il successo è assicurato.

Una puntata che è andata liscia, gara al centro, ospiti ben bilanciati...anche se quei quaranta minuti di Benigni -sarà impopolare dirlo- erano evitabilissimi. Momento polemica: se Rula Jebreal era costretta a recitare il suo monologo dopo le 22 poiché prima in TV non si può parlare di suicidio, allora perché Benigni alle 23 fa un pippone di 40 minuti parlando di sesso? (Cantico dei cantici, ok, ma poco cambia di sostanza).

Ma andiamo con ordine: Giorgina, per quanto simpatica, assolutamente superflua e imprecisa; Alketa una mitragliatrice che ha coronato il suo sogno.

Sugli ospiti internazionali, ben poco da dire: la bravura di Mika e Lewis Capaldi è proverbiale, anche se il giovane scozzese stasera non sembrava particolarmente in forma, ma glielo perdoniamo.

Ed ora, la cosa che più aspettate ogni giorno di questa settimana sanremese, lo sappiamo: I NOSTRI TOP & FLOP!

TOP

Anticipando che in realtà ci sono state diverse esibizioni meritevoli stasera, per noi le migliori sono state:

Piero Pelù: si bastava da solo, ma la scelta di omaggiare Little Tony è stata accorata.

Tosca: dobbiamo ripeterci, gioca un altro campionato per davvero. Anche questa sera immensa e infatti è arrivata in cima alla classifica.

Diodato & Zilli: una performance a 360°, che è riuscita a tirare fuori il meglio di entrambi gli artisti (dando una botta di vita anche al timido Diodato).

E beh, non ce lo vogliamo dare un premio speciale a Gualazzi-Molinari? Straordinari.
E una piccola menzione al merito a Nigiotti-Cristicchi? Brividi.

FLOP

Elettra Lamborghini e Myss Keta: non ci andremmo neanche al karaoke con loro. Speriamo che non succeda davvero mai più.

Morgan e Bugo: l'utilità del secondo è di far sembrare bravo un Morgan ormai che oggi era in stanca. Povero Endrigo.

Levante-Michielin-Maria Antonietta: non che fossero le peggiori, ma che delusione. Potevano davvero dare di più.


Una conclusione finale: ma queste Vibrazioni che cantano con i Canova? Un passaggio di testimone? Staremo a vedere!
polisanremo, sanremo2020, sanremo70, serataduetti