IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2008-2019 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

LETTURE PER UN'ESTATE A REGOLA D'ARTE
Che siate appassionati o semplici curiosi, i nuovi libri di Skira editore saranno le vostre nuove letture (artistiche) preferite
   13 Giu 2019   |     Redazione   |     Alessandra Stefanini   |     permalink   |      commenti
Skira editore presenta al pubblico le sue due ultime uscite in questi primi giorni estivi, promettendo che saranno sicuramente nelle valigie di tutti i viaggiatori, per appassionarli e incuriosirli mischiando arte, thriller e un po' di sano giallo investigativo.

Le parole chiave sono: falsari di opere d'arte, Caravaggio e omicidio. Vi abbiamo incuriosito?

Il primo di questi nuovi volumi è Falsari illustri, di Harry Bellet (critico d'arte che ha lavorato in istituzioni prestigiose come il Centre Pompidou di Parigi e la Fondation Maeght di Saint-Paul-de-Vence) e prende forma a partire dalla sconvolgente affermazione dell'ex direttore del Metropolitan Museum di New York, secondo cui il 40% delle opere del celeberrimo museo sono false!

Parte così un viaggio nel mondo dei falsi d’arte, attraverso casi affascinanti, dalle truffe che nell’antichità il greco Pasitele escogitava ai danni di collezionisti Romani, fino al giovane Michelangelo, per arrivare ai casi più recenti come Han van Meegeren, il “Vermeer redivivo” che beffò Hermann Göring.

"Se i falsi possono turbare o mettere in ridicolo gli studiosi, accumulare croste attribuendole a un nome importante può nuocere a lungo non solo alla reputazione dell’artista e al suo diritto morale, ma anche alle ricerche su di lui e sull’epoca in cui ha vissuto. Eppure, ogni nuovo caso suscita l’entusiasmo del pubblico. Artista fallito, ma falsario ‘geniale’ che riesce a ingannare studiosi e intenditori, il contraffattore passa per un eroe, una sorta di Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo che possedeva la Gioconda autentica e la Tiara di Saitaferne (che usava come copri-telefono), mentre il Louvre ne custodiva solo le copie...” ci racconta l'autore.

Vi siete già un po' immedesimati in un'atmosfera poliziesca? Allora preparatevi, abbiamo un altro consiglio per voi: si tratta di L'ultimo respiro del Corvo - L'omicidio Caravaggio, di Silvia Brena e Lucio Salvini.

Caravaggio è stato davvero ucciso? Come e da chi? E chi ha voluto la sua morte?

L'indagine del critico d’arte protagonista, si muove intorno a una copia della celeberrima opera Martirio di sant’Orsola, che il Merisi dipinse nel 1610 e oggi conservato presso la galleria di palazzo Zevallos a Napoli.

Considerata l'ultima fatica del tormentato pittore, forse nasconde la soluzione a un cold case che ha percorso secoli e secoli: da molti considerato la denuncia del suo assasino, l'opera vede lo stesso Caravaggio protagonista della scena, nelle fattezze di uno dei tre barbari alle immediate spalle della santa, con la bocca dischiusa e l'espressione dolorante, mentre sembra ricevere la trafittura insieme a lei.

Semplice speculazione o un vero e proprio caso, capace di arrivare a svelare traffici e malaffare addirittura all'interno del Vaticano?

Per conoscere la risposta a questi interrogativi, non dovete fare altro che correre in libreria!
falsari illustri, lucio salvini, silvia brena, skira