IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2017 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

INNER_SPACES #2: RICHARD BARBIERI
In attesa della seconda serata della rassegna, abbiamo scambiato due chiacchiere con William Basinski
   20 Ott 2018   |     Redazione   |     Davide Quercia   |     permalink   |      commenti
Molti lo conosceranno per essere stato alle tastiere della band glam-rock Japan negli anni '70/'80 o, più recentemente, di una delle band pilastro del progressive rock, i Porcupine Tree. Il protagonista del secondo appuntamento stagionale di INNER_SPACES è un autentico monumento della scena musicale contemporanea: Richard Barbieri.
La sua carriera è tanto lunga quanto fitta, spaziando dalle sperimentazioni a cavallo tra IDM e ambient music al paesaggismo elettroacustico dei suoi recenti lavori solisti.
Oltre la sua attività musicale, Barbieri è stato attivo nella scrittura di articoli sulla sintesi analogica e composizione di musica per film.

In apertura, il sound artist polacco Robert Piotrowicz: attivo sulla scena dell’improvvisazione elettroacustica da quindici anni, è co-fondatore con Anna Zaradny dell’etichetta Musica Genera e dell'omonimo festival. Il suo live è incentrato sull’utilizzo di chitarre e di sintetizzatori modulari.
Robert Piotrowicz collabora spesso con altri artisti, tra cui Valerio Tricoli, protagonista della serata inaugurale di questa edizione, insieme a William Basinki.

Proprio quest'ultimo, abilmente intercettato all’uscita del San Fedele, ci ha raccontato il suo primo impatto, da compositore, con l’Acusmonium, che la dice lunga sull’unicità dell’Auditorium. “Cosa facciamo?” - ci racconta di aver chiesto a Giovanni Cospito, che si occupa della regia acusmatica - “Ho bisogno che mi spieghi, non so come funzioni”.

Com'è stato suonare in un luogo così particolare?, gli chiediamo.
È stato molto interessante. Sono all'inizio di questo lungo tour e ogni posto suona diversamente. Ogni volta hai un'oretta per fare il sound check, vai lì, vedi che impianto c'è e ci lavori. Questo posto è, di per sè, uno strumento molto sofisticato: la stanza e tutti quei diffusori artigianali, che sono nascosti ovunque. Piccoli tweeters, mid-range, woofers (rispettivamente speaker dedicati alla riproduzione di alte, medie e basse frequenze, NdR) . Non sono un “gear head”, non sono un ingegnere del suono, faccio quello che faccio con il mio piccolo set up. Ho un giovane ingegnere che mi segue e mi aiuta in queste cose. Lui [Cospito] è stato molto gentile: mi ha fatto vedere cosa facessero i vari fader e come lavorassero sulle diverse frequenze. Abbiamo lavorato fino a che non siamo riusciti a tirare fuori alcuni suoni che erano problematici per me."

Continua, poi, descrivendo come è stato "costruito" il suono per questa esibizione: “Questa composizione [On Time Out of Time, NdR] è un po’ diversa da ciò che la maggior parte delle persone si aspetta da me perché non sono loop ottenuti da vecchi nastri ma è qualcosa di completamente diverso. Cospito mi ha mostrato diverse cose e abbiamo creato un ottimo “spazio” che suonava molto tridimensionale e aperto, che è ciò che cercavo perché [la piece] è pensata per giungere dallo spazio profondo, sono onde gravitazionali che viaggiano nello spazio!"

È stato emozionante...
Sì, la piece diventa abbastanza romantica verso il finale - che per questo è la parte più difficile. Controllavo i volumi con attenzione, attenuando alcune cose che potevano essere opprimenti. È stata fondamentalmente una esperienza di ascolto vigile per me, inviando i segnali al maestro [...] in modo che potesse far “suonare” la stanza. E voi avete assistito ad una studio session straordinaria, una situazione unica.


Tutti gli eventi verranno ospitati all’Auditorium San Fedele in via Hoepli 3b; l’ingresso costa 15€, solo 6€ presentando il tesserino universitario.
Da quest'anno il maestro Giovanni Cospito terrà quattro corsi per tratteggiare le fondamenta della musica acusmatica.
Prima lezione giorno 22 Ottobre 2018, ore 19:00. Ingresso Libero.
Maggiori info qui.
innerspaces, musica live, richard barbieri, san fedele musica, william basinski