IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2008-2021 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

Blue Horizon: Sealogy
Martedì 16 novembre torna l'ora blu dedicata all'Oceano e alla Blue Economy: con noi in questo viaggio MIUR, Sealogy, Università degli Studi di Ferrara e Fabio Fiori!
   16 Nov 2021   |     Blue Horizon   |     Alessandro Gibertini   |     permalink   |      commenti
Il ponte di comando è in fermento. La pianificazione della strategia è ormai conclusa e l'equipaggio della Blue Horizon corre avanti e indietro per organizzare la partenza. I movimenti sono sincronizzati, come se i loro corpi avessero già compiuto questi gesti in molte vite passate. A governarli però non sono le loro menti, bensì la pulsione inebriante di assaporare quel momento in cui le vele si tenderanno e con un boato spaventoso ruggiranno in faccia al vento. Ad un certo punto però, un tonfo d’ancora fa alzare loro lo sguardo e, di scatto, si accorgono di essere circondati da così tanti alberi maestri da non riuscire più a vedere l’orizzonte. Attorno a loro passano svelte vele d’ogni colore e imbarcazioni d’ogni forma battenti bandiere di tutti i paesi conosciuti. Cosa ci fanno qui tutte queste genti? Perché stanno tutti accorrendo al porto? L’equipaggio non resiste e, dopo aver armato la scialuppa, si tuffa alla scoperta di questo imperdibile avvenimento.

Questa puntata è dedicata a una manifestazione che mira a diventare uno dei maggiori appuntamenti nazionali, e un nuovo riferimento europeo, per la Blue Economy. Stiamo parlando di Sealogy, evento fieristico dedicato al mare e alle sue risorse, che dal 18 al 20 novembre farà convergere a Ferrara i settori cardine della Blue Economy, con un occhio di riguardo alle eccellenze della filiera ittica rappresentate dai molluschi e dai frutti di mare provenienti dal Medio e Alto Adriatico. Da vera delegazione d’ambasciata, quattro ospiti ci daranno un assaggio di quello che accadrà all’interno di Sealogy mettendo in risalto le idee e i principi che ne animano le acque.

Inizieremo con la rubrica "Policy & Institution", in cui troveremo Elena Gaudio, funzionario della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione al MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). In un contesto in cui i settori economici legati al mare sono caratterizzati da ricambi generazionali, introduzione di nuove tecnologie, necessità di essere maggiormente competitivi e realizzare la transizione verso una reale sostenibilità ambientale, economica e sociale, l’Italia è chiamata a ridefinire le professioni della Blue Economy. Il processo di formazione dei lavoratori di oggi e di domani assume quindi un ruolo fondamentale e il cuore dell’intervento sarà dedicato proprio a queste tematiche. Grazie al contributo dell’ospite, capiremo quali sono le competenze professionali (blue skills) ritenute necessarie per vincere la sfida e quali sono gli impegni presi dal MIUR per favorire lo sviluppo formativo all’interno del percorso di affermazione della Blue Economy.

Protagonista di "Business & Innovation" sarà Massimo Bellavista, Blue Economy Advisor di Sealogy, che ci presenterà il programma della fiera e ci condurrà nel cuore pulsante dell’evento. Pesca, acquacoltura, turismo costiero e marittimo, biotecnologie, energie rinnovabili marine, cantieristica e offshore sono i settori che scambieranno sinergie all’interno della struttura e che, oltre ai classici spazi espositivi, saranno impegnati in un fitto calendario di oltre sessanta iniziative progettate per coinvolgere istituzioni e stakeholder come aziende, cluster, centri di ricerca, agenzie e università. Le parole chiave di Sealogy saranno quindi business, innovazione, ricerca e formazione (blue skills and jobs). Massimo Bellavista ci spiegherà in che modo l’Emilia Romagna diventerà per 3 giorni la capitale del "Mare in Italy" e perché Sealogy è l’evento da non perdere.

La tappa successiva, "Science & Research", è dedicata a uno dei frutti del mare per eccellenza: l’ostrica. Elena Tamburini, docente associata di Ecologia al Dipartimento di Scienze dell'Ambiente e della Prevenzione dell'Università degli Studi di Ferrara (UNIFE), ci presenterà i risultati del progetto di ricerca appena concluso "Elementi di innovazione ambientale ed economica per lo sviluppo e la promozione dell'ostricoltura regionale". La Professoressa ci guiderà lungo la filiera produttiva dell'ostrica, che nella Sacca di Goro potrebbe rappresentare una vera e propria innovazione a livello di nuovo prodotto che, facendo il suo ingresso nel mercato, potrebbe favorire la competitività e generare ricadute positive sulla sostenibilità economica, sociale, ambientale e culturale dell'area oggetto di studio.

Il viaggio nel mondo di Sealogy si chiuderà con la rubrica "Community & Adventure" il cui ospite sarà quel Mare Adriatico che prende vita dalla penna di Fabio Fiori, figura poliedrica che oltre a girovagare per acque e per terre utilizzando vele, remi, pedali e i propri piedi, si lascia ispirare dalle avventure vissute scrivendo di mare. Lo scrittore romagnolo ci porterà da una sponda all’altra dell’Adriatico attraverso il suo "Abbecedario Adriatico", riedizione del successo del 2008 e che uscirà all'inizio del prossimo anno, e ci farà approdare sulle isole più affascinanti che popolano le acque adriatiche grazie a "Isolario Italiano", il suo ultimo lavoro pubblicato pochi mesi fa.

L'appuntamento con Blue Horizon è martedì 16 novembre alle ore 20:00. Uno sguardo all'orizzonte per conoscere il futuro del mare, vi aspettiamo!
blue economy, blue horizon, innovazione, oceano, sealogy