IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2008-2019 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI | Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

Allora...ci aggiorniamo al 31 maggio eh!
Il "Signor Imbruttito” ritorna ai suoi antichi amori, il teatro, con uno spettacolo incentrato sulle dipendenze della società odierna.
   27 Mag 2019   |     Redazione   |     Giulio Mario Martena   |     permalink   |      commenti
Il web, si sa, è qualcosa a cui tutti oggi abbiamo accesso con relativa semplicità; basta un semplice abbonamento al nostro gestore preferito e...TAAAAC! Ecco che ci si para davanti agli occhi uno stuolo dei contenuti più disparati nelle forme più variegate a cui si può pensare. In particolare i contenuti video, ormai, sono diventati sempre più virali; quello YouTube, nato dalla convergenza di televisione online e video che una volta si guardavano dal cellulare in piazzetta con l’amico di sempre, è quotidianamente visitato da miliardi di persone in tutto il mondo. In questo panorama, i milanesi hanno trovato un canale per sdrammatizzare sui propri stessi luoghi comuni: questo canale è quello del Signor Imbruttito, che trova in Germano Lanzoni uno dei suoi volti più rappresentativi.

Ed è proprio quel Germano Lanzoni, figura eclettica (oltre che attore e speaker, è anche formatore autore, consulente, produttore e anche formatore) e figlio della tradizione comica milanese che il prossimo 31 maggio tornerà al suo antico amore, il teatro, per proporre uno spettacolo all’Oltheatre al De Sica, in quel di Peschiera Borromeo.

Con la produzione di Buster e con la regia di Walter Leonardi (già protagonista del film de Il Terzo Segreto di Satira, Si muore tutti democristiani, che firma con Lanzoni anche la drammaturgia) prende vita Ci aggiorniamo! – dipendenze croniche di massa. Accompagnato dalla sola chitarra del maestro Orazio Attanasio, Germano Lanzoni porta in scena l’uomo contemporaneo e delle sue “dipendenze”: a partire dalla smania di successo e di denaro, passando per quel divertimento forzato che sembra rappresentare uno status quo, per finire alla frenesia della città. A far da scenografia a tutto questo, ovviamente, la città di Milano.

Traendo ispirazione dalla comicità a cavallo degli anni sessanta e settanta e sfruttando la sua grandissima capacità d’improvvisazione, Germano guida il pubblico verso quello che, a mio parere, è il regalo più bello che si possa dare: l’autoironia; gli spettatori sono indotti a ridere di se stessi, ma senza cattiveria, prerogativa che lo rende ancora più interessante. A fare da contorno non mancano aneddoti personali e il riferimento agli stereotipi più radicati e ormai dati per scontati della “milanesità”.

E allora che stiamo aspettando? Il 31 maggio 2019, ore 21:00 all’Oltheatre al De Sica di Peschiera Borromeo, tutti in prima fila ad applaudire questo spettacolo! D’altronde si sa, tutti, chi di nascita, chi di adozione, siamo un po’ milanesi e invitati a ridere degli stereotipi di cui siamo diventati giocoforza parte.
germano lanzoni, oltheatre al de sica, peschiera borromeo, walter leonardi