IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2017 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Iniziativa realizzata con il contributo del POLITECNICO DI MILANO

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

There's no Place like Home Festival
La Treviso che non ti aspetti
   08 Set 2018   |     Redazione   |     Chiara Papèra   |     permalink   |      commenti
Dal 29 agosto al 2 settembre Treviso ha ospitato l'Home, il festival più europeo tra quelli italiani.
Ma cosa significa europeo parlando di un festival musicale? Tutto sta proprio nel superamento del concetto di musica; l'Home Festival vuole essere ben più di questo, proponendo un programma di musica, dialogo con la città, yoga, campeggio, intrattenimento, che si pone al di là della tipica esperienza in cui si corre da un palco all'altro perdendosi parti della scaletta nel tragitto.

Innegabile che sia un festival ancora giovane e che abbia ancora un po' di strada da fare per essere del tutto inserito nella rosa dei festival migliori in Europa, ma si sta velocemente facendo conoscere. I numeri parlano chiaro: dalla prima embrionale edizione adesso l'Home festival vanta 80.000 spettatori, e non intende retrocedere.
Per l'edizione del 2019, che sarà la decima, le location si duplicheranno: 12-14 luglio a Mestre, 7-9 giugno a Treviso. (Coachella ci senti???)

Ma è necessario spendere alcune parole per raccontare quelli che sono stati i principali nomi di questa edizione.

Il primo giorno in line up era presente la più nostalgica scena indie adolescenziale: intoccabile l'esibizione degli alt-j, fresche e divertenti quelle di Wombats e Django Django.
Il secondo giorno le nuvole nere lasciavano presagire il peggio ma tanto Prodigy quanto Incubus sono riusciti ad esibirsi quasi totalmente asciutti per la gioia di un pubblico quasi totalmente nostalgico anni 90.

Diverso il bilancio del terzo giorno per un festival che già diverse volte è stato maledetto dalla pioggia. L'età media abbassata drammaticamente per lasciare spazio a Dark Polo Gang, Quentin 40, Elettra Lamborghini, Rkomi e tutta la scena trap che conta (?)
A chiudere il festival sono stati Francesca Michelin, lo Stato Sociale e Caparezza nella giornata che ha visto la più grande disparità di età tra quelle di questa edizione.

Un festival saggiamente suddiviso e saggiamente architettato dove oltre ad una ricca selezione musicale c'è un'attenzione all'aspetto ludico dell'esperienza.

Aspettiamo con ansia la line up della prossima edizione.
festival, home festival, live, treviso