IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2017 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

Juliiiiia!
EMMYs 2017: i premi di Julia Louis-Dreyfus
   15 Set 2017   |     Start Rec   |     Luca Fontò   |     permalink   |      commenti
Domenica notte, dalle 2:00 circa ora italiana, saranno consegnati i 69esimi EMMY Awards, i premi della televisione americana tanto ambiti quanto numerosi – le categorie che spaziano tra serie drammatiche, comedy, varietà, reality, talk-show, miniserie e film per la TV premiano anche i tecnici del suono, le coreografie, il trucco prostetico e i titoli di testa (dove peraltro un premio va all’audio e uno va al video) e si dividono (pure) tra riprese da camera singola e riprese da camera multipla.

In questo clima di quantità, c’è chi riesce a farsi ricordare perché nonostante le ripetute nominations non è mai riuscito a vincere: è il caso sorprendente di Angela Lansbury, 17 candidature, 12 delle quali per il ruolo da protagonista nella serie drammatica La signora in giallo: e nessuna statuetta sulle mensole di casa.

Altra attrice, fronte opposto, Julia Louis-Dreyfus giunge alla 24esima nomination (come attrice protagonista, ma anche come non protagonista e produttrice), e si prepara a entrare nella Storia. Negli ultimi cinque anni infatti si è dovuta alzare dalla poltroncina cinque volte consecutivamente per ringraziare la HBO, casa di produzione della sua serie comedy Veep, e il creatore Armando Iannucci – tra speech commoventi ed estremamente comici. Negli ultimi dieci anni è stata candidata nove volte: oltre alle cinque di Veep, quattro, sempre da protagonista, per La complicata vita di Christine. Negli ultimi 24 anni si sono svolte solo 8 cerimonie degli EMMYs senza che Julia avesse una nomination.

Attualmente pareggia il record di Candice Bergen e Don Knotts, cinque EMMYs a testa per i loro ruoli, rispettivamente, in Murphy Brown e nell’Andy Griffith show.

Se domenica vincerà questo sacrosanto sesto EMMY consecutivo, sarà l’attrice col maggior numero di statuette per lo stesso ruolo nella Storia. E pareggerebbe un altro record: quello di Cloris Leachman per il maggior numero di EMMYs vinti da una performer femminile, otto.

E sono otto anche gli EMMYs di Lily Tomlin, in lizza contro la Dreyfus per Grace & Frankie (per la prima volta è stata candidata anche la sua co-protagonista Jane Fonda), ma sono otto distribuiti tra sceneggiatura, produzione e infine anche interpretazione.

Però: c’è un però. C’è una silenziosa antagonista. Allison Janney, aka C.J. Cregg di West wing, pure lei ha sette EMMYs, e il suo ruolo in Mom tra le serie comedy è stato spostato dalla categoria di supporto a quella di protagonista: quest’anno è nominata anche lei, e domenica notte sarà battaglia tra le due, con una sola vincitrice.

E se poi l’anno prossimo Julia Louis-Dreyfus dovesse ottenere un’altra candidatura (e la settima stagione di Veep sarà anche l’ultima), diventerebbe l’attrice protagonista più nominata di sempre. Ironico: per questo stesso ruolo, ai Golden Globes, è stata candidata cinque volte e tutte e cinque ha perso. L’unico premio che ha ottenuto dall’HFPA è stato, nel 1994, per Seinfeld.
attori, cinema, premi, televisione