IN RIPRODUZIONE

DA WEBCAM

LOADING

LICENZA SIAE 4918-I-4588 | LICENZA SCF 937/14

© 2017 POLI.RADIO | TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Nascondi dock Mostra dock

Very Long Song Artist

Very Long Song Title

TREVISO, HOME D’ITALIA
Dal 30 agosto al 3 settembre l’ottava edizione dell’Home Festival
   31 Ago 2017   |     Redazione   |     Carlo Volpato   |     permalink   |      commenti
Il tempo di restare sotto il sole di Riccione, di scrivere l’antologia della vacanza intelligente, di un low cost per Ibiza è finito. L’occasione di scollarsi tutta la sabbia dai piedi è ormai persa; il nord est non può più attendere.

Armati di abbronzatura dallo stile operaio, migliaia di italiani (e non solo) hanno preso la via di quella che è diventata la “casa” per eccellenza.
Da ben 8 anni estate vuol dire Home Festival, una vera e propria festa che si è guadagnata l’olimpo delle manifestazioni italiane in poco tempo. L’ispirazione e la collaborazione con lo Sziget di Budapest hanno dato un respiro internazionale al festival veneto, garantendosi una visibilità che supera i confini, nonostante i controlli al Brennero - il che potrebbe impressionarci.

Badate che non scherzavo sollecitando alla velocità: il festival è già iniziato. Ieri, 30 agosto, era l’unico giorno in cui tutti potevano entrare senza pagare, pur non giocando in Serie A. L’antipasto prevedeva piatti forti come Max Gazzè (in foto), Omar Pedrini, Eva Pevarello, e stuzzichini invitanti degli immancabili gruppi locali come Rumatera e Los Massadores, il Dj set di Pau dei Negrita e molto altro ancora.

Ma non disperate: la caratura degli ospiti crescerà esponenzialmente.
Basti pensare che Duran Duran e Liam Gallagher si alterneranno tra oggi e domani nelle loro uniche date italiane; anglofoni, fatevi sotto che si mangia.
Per chi invece è ancora sull’onda emotiva dell’atmosfera festaiola estiva consiglio il sabato, quando potremo ballare con Steve Angello, Kungs, Ofenbach e Jasmine Thompson.

Il festival non lesina in nomi altisonanti italiani: TheGiornalisti, Levante, Samuel, J-Ax & Fedez, Planet Funk, Ex-Otago, Mannarino, Ghali, Marra & Guè sono solo alcuni di questi, citati alla rinfusa. Per il programma completo rimando al sito ufficiale.

Per quanto riguarda l’organizzazione, quest’anno vi è un’importantissima novità: l’acqua è distribuita gratuitamente; lo anticipò ai nostri microfoni Amedeo Lombardi, founder e organizzatore:
Abbiamo deciso una svolta epocale. Metteremo a disposizione dei punti di approvvigionamento e di ricarica di acqua potabile completamente gratuiti. Saremo i primi a farlo in Italia”.

Per tutti gli acquisti si farà uso dei Token, novità apprezzata all’Ama Festival di Asolo, criticata agli iDays di Monza con tutta la logistica; la differenza è che verranno risarciti i gettoni inutilizzati, ed è dettaglio non di poco conto per il portafogli.

Al primo colpo d’occhio ci si accorge che le dimensioni dell’area dell’evento sono maggiori, per garantire più flusso ma anche confort a chi già è immerso nel turbinio di stand e stage. Non si può non notale l’area sempre più attrezzata per il campeggio, l’Home Garden, per chi lo spirito del Festival lo vuole vivere fino in fondo, ma con qualche lusso in più del solito.

Insomma, faccio prima ad invitarvi all’Home, ci vediamo lì e vi offro un bicchiere. D’acqua. Tranquilli, pago io.

PS: Se non mi vedete più venite a recuperarmi o rischio di lasciarci un pezzo di me.


Ph. Davide Carrer
estate, homefestival, liam gallagher, musica live, thegiornalisti